Franca Rame e Dario Fo sono nel panorama della cultura italiana icone di ingegno e innovazione tra tradizione e modernità. I coniugi Fo hanno descritto e tracciato le linee di un mondo teatrale senza precedenti che ha portato nel 1997 Dario Fo a essere insignito del Premio Nobel per la letteratura grazie a l’opera “Mistero Buffo”, un insieme di monologhi che descrivono episodi della Bibbia. Ma la vera innovazione del genio di Fo è sicuramente la lingua da lui reinventata, un insieme di molti linguaggi onomatopeici ovvero il grammelot. L’irriverenza dello stile e l’eccesso del linguaggio fanno di Mistero Buffo e Dario Fo la certezza dell’eccellenza italiana nonché della coerenza intellettuale e umana.

Franca Rame donna di grande temperamento e talento, nonostante stesse accanto a un colosso di artista, non fu mai succube, ma, semmai protagonista eccelsa del palco e della vita. Franca Rame nel 1973 venne rapita da 5 uomini della destra estrema e fu stuprata per ore. La massacrarono fisicamente ed era chiaro che questo fu un attacco alla compagna di Fo, che collaborava con soccorso rosso nelle carceri e militava nella sinistra degli anni 70. Non ci furono mai arrestati per questo accaduto. Ma nonostante questo la Rame rimase forte e in piedi e dopo due anni scrisse uno dei monologhi più belli della storia del teatro sulla violenza contro le donne e lo stupro dal titolo “Lo stupro”.

Dario Fo e Franca Rame rappresentano ancora oggi esempi di coerenza intellettuale anche davanti ai colossi come la Rai. Negli anni 70 in piena diretta televisiva Dario Fo e Franca Rame non ebbero paura di scagliarsi contro la mafia, ma subito dopo vennero cacciati dalla Rai stessa poiché su di loro fu applicata la censura. Tanta strada è stata fatta nella televisione italiana e nondimeno nella cultura grazie a icone come Franca Rame e Dario Fo.

Questa sera, la programmazione tv di Rai 5 alle 21.15 prevede la visione di un ricco documentario dedicato alla coppia con “Dario Fo e Franca Rame – La nostra storia” dove, grazie a un archivio di fotografie, video e documenti storici, verrà raccontata la storia di grandi personaggi del teatro italiano e non solo.