A 15 anni dalla sua morte, ricordiamo con tanto affetto l’indimenticabile Alex Baroni. Sono passati ben 15 anni da quel 13 aprile 2002, quando, all’età di soli 36 anni, dopo aver resistito per 3 settimane in coma (causato da un grave incidente in moto) ha deciso di spegnersi e lasciare un grande vuoto nei cuori dei suoi cari e dei suo fan. Di certo è stato un grande abitante dell’immenso mondo della musica che, ricordandolo, lo mantiene vivo nella mente di tutti noi.

Nato nel 1966, lo scorso 22 dicembre avrebbe compiuto 50 anni. Quando morì aveva una relazione con un altrettanto famosissima cantante che è Giorgia, che non perde mai una occasione per ricordarlo nei social o nei concerti insieme a tutti i fan più cari. Ha pure dedicato un intera canzone che è intitolata Marzo dove è frequentemente ripetuta una frase che spigiona tante emozioni:

Ad Alessandro: con tutto l’amore che c’è stato e resterà.

Ogni anno per questa giornata, i fan approfittano per ricordarlo attraverso post e messaggi nelle fanpage citando le frasi delle canzoni più belle. Anche noi oggi lo ricordiamo citandone qualcuna:

La distanza di un amore

“Sei rimasta dentro me nel profondo delle idee come il pezzo di una vita che non c’è, come un ago nelle vene o una splendida bugia, la ferita che oramai non va più via, e non guarisce mai, e non mi passa mai.

[…] Perché un uomo non può vivere di se, è forse questo da cambiare e ora passo il tempo a chiedermi che fai senza me.”

Ce la farò

Un amore si libera stranamente dall’anima e rimane anche se te ne vai.”

Cambiare

“Ti nasconderai dentro i sogni miei, ma io non dormirò: mi dovrà passare.
E quanti amori avrai, che cosa gli dirai… Amore, mi dovrà passare per restare libero, cambiare.

 

[…] Amore, che non può volare resterai qui fino alla fine di me?”

L’amore ha sempre fame

“La fine magari è soltanto un momento, un po’ di stanchezza che hai dentro, la fine vuol dire tramonto e notte che viene giù. […] Si l’amore ha sempre fame sempre sete, l’amore è un volo senza rete è un libro aperto ed è un mistero, uno straniero, non sai mai chi è.”